Museo open-air ampliato. E' boom di visitatori

La Nazione Siena

Martedì 19 Gennaio 2016

I Poggibonsesi sono i primi a crederci nell'Archeodromo e alle prospettive che apre anche a livello turistico. E infatti hanno preso parte in massa alla due giorni di eventi per festeggiare l'ampliamento di quello che è il primo museo open air dedicato all'Alto Medioevo. Ampliamento che consiste nella realizzazione di una capanna abitativa, con tanto di pollaio e attrezzature per la tintoria del villaggio. E poi ancora olivi e piante da frutto provenienti dal vivaio banca del genoma della Provincia. Al taglio del nastro sono intervenuti il sindaco David Bussagli, l'assessore alla cultura Nicola Berti, Valentino Nizzo del Mibact, direzione generale Musei, il rettore dell'Università di Siena Angelo Riccaboni, il direttore del parco archeologico Marco Valenti. "Ringrazio tutti i partner di questo originale progetto - dice il primo cittadino - che lega formazione, cultura, didattica, turismo. In poco più di un anno di attività tanti i riconoscimenti ricevuti. Oggi l'Archeodromo è uno dei poli di interesse del Parco della Fortezza medicea. Un risultato raggiunto grazie ad una progettualità di lungo respiro per la crescita culturale di una comunità che investe su se stessa, sulla propria storia".