La vita ai tempi di Carlo Magno nel Parco di Poggibonsi

Tuttoscuola.com

Martedì 13 Giugno 2017

Visitare una piccola comunità di contadini ed artigiani che, intorno alla grande casa padronale, svolgono le loro mansioni per il dominus. Salutare il fabbro mentre forgia armi ed attrezzi, osservare il falegname alle prese con il legno, e ancora il correggiaio, il fornaio, la tessitrice… Insomma, immergersi al giorno d’oggi nella vita intensa e operosa di un villaggio dell’epoca di Carlo Magno.

Tutto questo e molto di più diventa possibile nel Parco di Poggibonsi, in particolare nel suo Archeodromo, un museo all’aria aperta che ricostruisce in scala reale il nucleo centrale di un villaggio di IX secolo, identico in tutto e per tutto a quello scavato dagli archeologi a pochi metri di distanza.

Un vero e proprio viaggio nel passato al tempo dei Franchi, grazie a questo meraviglioso Parco, nato nel 2003 da una sinergia tra il Comune di Poggibonsi e l’Università di Siena, che dopo 10 anni di scavi ha permesso agli archeologi di narrare il lungo passato della collina, dai villaggi di capanne altomedievali alla “quasi città” bassomedievale, fino all’attuale Fortezza Medicea che lo ospita. Ma non c’è solo questo.

Nel parco di Poggibonsi, oltre ovviamente agli scavi, è possibile visitare il Parco della Fortezza Medicea di Poggio Imperiale – fatta costruire ai primi del Cinquecento da Lorenzo il Magnifico – e il vicino Museo, con a latere un’ampia offerta di laboratori didattici dedicati ad approfondimenti sia di carattere generale sia incentrati sulle peculiarità emerse dalle ricerche sul sito.