Come si racconta la storia della Storia: al Santa Chiara Lab gli esperti dell’Università di Siena

Siena News

Martedì 09 Maggio 2017

Non c’è un solo modo di raccontare la Storia e questo ce lo hanno dimostrato, negli ultimi anni, raggiungendo successi a livello internazionale. Successi che portano lustro naturalmente anche all’università di Siena, nella quale si sono formati e per la quale lavorano. Da un lato Stefano Ricci Cortili, antropologo del Dipartimento Scienze fisiche, della Terra e dell’ambiente dell’Ateneo senese. Dall’altra il professore di Archeologia Marco Valenti, che è anche direttore scientifico del Parco Archeologico e del progetto dell’Archeodromo a Poggibonsi. Il lavoro di entrambi ha fatto il giro del mondo: l’Archeodromo, tanto per parlare dell’ultimo risultato in termini di tempo, ha vinto nei confronti di ‘avversari’ noti ovunque, che hanno fatto e fanno la storia e la cultura d’Italia, simboli del Bel Paese nel resto del mondo. Galleria degli Uffizi di Firenze, Arena di Verona, Palazzo Te di Mantova, la Scala di Milano, Museo Egizio di Torino. Tra questi nomi è stato proprio l’Archeodromo di Poggibonsi con la Fortezza medicea e tutto il complesso di Poggio Imperiale a vincere il primo premio nazionale Art Bonus promosso dal Mibact.