Arriva una nuova ‘macchina del tempo’: il primo archeodromo per vivere nel medioevo

gonews.it

Venerdì 25 Luglio 2014

A Poggibonsi una nuova macchina del tempo: il primo archeodromo per vivere nel medioevo. Con l’innovativo progetto di Fondazione Musei Senesi, Comune di Poggibonsi e Università degli Studi di Siena realizzato grazie ad Arcus Spa, è possibile fare un viaggio indietro nel tempo, per vivere la Toscana del nono secolo, seguendo passo dopo passo la costruzione del villaggio di Poggio Imperiale grazie alla “diretta” sulla pagina facebook www.facebook.com/archeopb. Un modo innovativo per condividere un’esperienza culturale e creare attenzione su un progetto importante e senza precedenti, con il quale inoltre tutti possono interagire grazie al noto social network.

L’idea dell’archeodromo è nata per riprodurre in scala reale una delle più importanti scoperte fatte sulla collina di Poggio Imperiale. Qui, durante una campagna di scavi iniziata negli anni ‘’90 del secolo scorso dall’Università di Siena, gli archeologi che cercavano i resti dell’antica Podium Bonitii (fondata nel 1155 e distrutta nel 1270) trovarono anche un insediamento altomedievale in vita dal VI al X secolo fatto di capanne ed aree produttive. Fu una scoperta eccezionale per l’Italia. Agli inizi del 2000 fu aperto il parco archeologico e monumentale con l’idea futura di trovare anche uno spazio per un museo open air, dove ricostruire il piccolo villaggio del IX e X secolo per destinarlo a didattica, archeologia sperimentale aperto a tutti: dagli specialisti, alle persone comuni.

Grazie a Fondazione Musei Senesi che ha creduto nell’impresa, il progetto ricostruttivo ha ora avuto inizio. In questa fase iniziale è stata prediletta la ricostruzione strettamente filologica dell’edificio di maggiore importanza, una longhouse con pianta a barca, soppalcata e con muri in terra pressata innalzati tra palo e palo, che si estende su una superficie di 16 metri per 8, alta 5 metri e con un magazzino interno, un focolare e una zona di macinazione e tessitura. Un vero “colosso” la cui costruzione, che dovrà terminare entro settembre, può essere vissuta giorno per giorno, anche interagendo, sulla pagina facebook curata da Fondazione musei senesi, Università e Comune di Poggibonsi, www.facebook.com/archeopb.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet di Fondazione Musei Senesi, www.museisenesi.org.